Come combattere la fame nervosa

Ci capita più spesso di quanto pensiamo di rifugiarci nel cibo dopo aver avuto una discussione, oppure durante una giornata piena di lavoro e con tantissimo stress.

Di solito le cause sono sempre le stesse, ansia, troppo lavoro o stress, e oggi proviamo a capire come evitarla, BE GENUINE.
 
La fame nervosa ci spinge a rifugiarci nel cibo a causa di giornate lavorative molto intense, oppure a seguito di un fatto che ci agita, ma quello che sentiamo non è vera fame! La fame nervosa è un impulso che parte dalla testa e non dallo stomaco.

Ma più nel concreto, che cos’è la fame nervosa?
Questa strana forma di sfogo dell’ansia è causata da meccanismi psichici che ci fanno mangiare in modo compulsivo, spesso senza rendercene neanche conto. Ovviamente i cibi che pensiamo ci “consolino”, sono cibi poco sani e molto grassi. La fame nervosa può essere causata da svariati motivi, tra cui:

  • Grossa delusione: mangiare diventa l’unica via per ricevere una ricompensa e magari per consolarci
  • Rapporto tra cibo e sentimenti: il cibo viene spesso confuso con il nutrimento dell’animo e fonte di amore e gratificazione
  • Dipendenze: in generale le dipendenze provocano delle alterazioni nel nostro comportamento e conseguente ricerca del piacere e perdita del controllo davanti al frigorifero

Possiamo descrivere la “fame nervosa” anche in base alle circostanze che ci circondano e che sono spesso causa di questo consumo sbagliato di cibo.
L’ufficio è uno dei tanti ambienti che generano noia, stress e frustrazione. Magari a seguito di una discussione con un collega. Oppure durante il weekend, perché dopo una settimana di lavoro, ci meritiamo un premio, non abbiamo voglia di faticare e quindi ci ordiniamo una bella pizza. Ma questo non sarebbe un problema se non fosse poi che viviamo così per tutto il fine settimana.

I modi per combatterla sono svariati:

  • Condurre un’alimentazione sana ed equilibrata durante tutta la settimana
  • Avere sempre a portata di mano uno snack salutare a basso contenuto calorico, piuttosto che un frutto o uno yogurt.
  • Staccare ogni tanto, concediti una vera pausa pranzo alzandoti dalla scrivania e consumando un pranzo nutriente e soddisfacente, e durante il fine settimana magari un bel massaggio rilassante.
  • Bere tanta acqua
  • Organizza le tue giornate in modo da non avere troppi momenti morti, a cui pensare al cibo

Ricordiamoci che gli attacchi di fame sono psicologici, partono dalla testa e non dallo stomaco, quindi l’unica arma che veramente noi abbiamo è la forza di volontà.
Impariamo a non sfogare le ansie e le frustrazioni sul cibo, ma proviamo a sentire e vedere gli amici o i propri cari perché anche la vita sociale ci aiuta a combattere questi impulsi.
Un’alimentazione sana deve essere sempre alla base del nostro stile di vita per condurre una vita genuina e all’insegna del sorriso e della serenità.
 
 
Fonti:
melarossa.it
mypersonaltrainer.it

One comment

  1. Hi, this is a comment.
    To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
    Commenter avatars come from Gravatar.

Leave a Reply